Guida ai Caffè “letterari” di Trieste

di Terry Passanisi

cappuccino

Da qualche tempo mi è venuta la voglia di concentrarmi sulla redazione di un particolare elenco, tanto per provare l’imprescindibile emozione che dà la vertigine di una lista. La cosa mi è stata ispirata da infinite fonti; una su tutte, tanto per citare la più evocativa, è la classificazione dei tabacchi che Sherlock Holmes fa nel suo ipotetico passato narrativo. Così – tanto per non sentirmi da meno di uno dei miei personaggi letterari preferiti –, vivendo in una città quale Trieste, ricca di tradizione in proposito, pur essendomi avvicinato solo da qualche anno al consumo del caffè, ho deciso di recensire in modo del tutto estemporaneo, disinteressato, pigro ma romantico il caffè servito nei suoi salotti storici – ma anche in quelli nuovi, a tempo debito -, senza l’intenzione di far dispiacere a nessuno. Ne aggiungerò, col tempo, uno o due per volta, provando a non lasciare fuori nessuno, sempre che quella sala mi abbia impressionato in qualche modo. Capiamoci: si noterà dalle voci indicate e dal genere di curiosità riportate, bar dopo bar, Caffè storico dopo Caffè storico, quale tipo di impressioni prendo in considerazione. Rubando il titolo di una bella collana DVD di monografie di romanzieri, potrei opportunamente chiamare questa rubrica Il caffè letterario. Invito coloro che dovessero far affidamento al mio parere di prenderlo con le molle; si abbandonino pure, e si accontentino in tale senso, a considerarli dal mio punto di vista romantico.

Naturalmente, le mie considerazioni nulla hanno a che fare con la professione del degustatore di caffè, né tantomeno con un recensore TripAdvisor qualunque, ma solo con la piacevole sensazione che il consumo della tazzina può infondere; gustata in un certo ambiente e contesto, servito al banco o al tavolo,  nell’occasione di sedersi a meditare, riflettere, contemplare, scrivere o davanti alle pagine di un buon libro da finire. Conservo – mi sembra il minimo – la speranza che qualche proprietario piuttosto zelante, indispettito dal pur generosissimo voto, finisca per versarmi del cianuro di potassio nella tazzina, per consentirmi la migliore immedesimazione possibile nel mio ruolo di critico/avventore/lettore di gialli.

PS. Sogno, chissà quando, un canale Ponterosso (ancora più) pieno di ristoranti, nuove sale da tè e frequentatissimi Caffè; su entrambe le sponde, à droite et à gauche, in lungo e in largo, tra musica e concerti dal vivo di strumenti classici e contemporanei. Per ora dovrò accontentarmi solo, ahimè, dei ricorrenti Champs-Élysées natalizi di Piazza Unità.

NB. Il caffè preso in considerazione è sempre il cosiddetto caffè nero in tazzina, cioè semplice, liscio.

armband-floral-tattoo-design

Caffè degli Specchi | Caffè San Marco | Caffè Tommaseo | Antico Caffè Torinese | Knulp | Caffè Teatro Verdi | Mug | La Scaletta di Joyce | Amelia | Ginger | Pep’s | Caffè Continentale | Caffè Stella Polare | Caffè James Joyce | Bar Rex | Tea Room | Caffè Trieste | Mozart Café

caffeletterario


CAFFÈ degli SPECCHI
Piazza Unità d’Italia, 7 – orario: 08.00/21.00 – Tel. 040 661973 – FB: CaffedegliSpecchiTrieste

caffe-degli-specchi3-771x514

Caffè: Segafredo. Caffè senza nulla da obiettare. Non sono un estimatore delle tazze bollenti, per cui fate attenzione alle mani, almeno voi!

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 2,50 al tavolo.

Ambiente: mi verrebbe da dire “lussuoso”, ma sarei impreciso. Elegantissimo, questo sì; permette di immergersi nella storica aria mitteleuropea di Trieste, nonché in una perfetta atmosfera da romanzo giallo o da Belle Époque. Tavoli all’aperto, solo per i mesi caldi naturalmente, affacciati su Piazza Unità d’Italia, in pratica, sul mare. Piacevolissima la domenica mattina, grazie all’intrattenimento di un pianista.

Extra: mignon di cioccolata calda al banco; mignon di crema pasticcera servita al tavolo. Buonissime!

Note: ottimo rapporto qualità/prezzo, tenendo conto che si beve il caffè in uno dei più prestigiosi palazzi storici d’Europa (per cui del mondo). È un vero peccato che al tavolo non venga servita, allo stesso modo che al banco, la piccola cioccolata calda (o gelata d’estate) che, personalmente, verso nel caffè al posto dello zucchero. Ambiente meraviglioso, a parte qualche insetto volante di troppo, casuale.

Nel periodo del Carnevale vengono sfornate le tradizionali “frittole”, fatte in casa, tra le migliori della città.

Internet: Sì, tramite Wi-fi gratuito. Qualche passaggio di troppo per accedervi via servizio esterno.

Totale: 9.0/10

Torna alla lista


CAFFÈ SAN MARCO
Via Cesare Battisti, 18 – orario: 08.30/22.00 (chiuso il lunedì) – Tel. 040 0641724 – FB: anticocaffesanmarco

antico_caffe_san_marco_trieste

Caffè: San Marco. Caffè ottimo, temperatura giusta, ma poco cremoso.

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 2,00 al tavolo.

Ambiente: Bello e accogliente. Ok: vada per i meravigliosi stucchi originali della Secessione Viennese da contemplare estaticamente, certo che quelle poltroncine (anch’esse originali) in finta pelle mal bucherellata andrebbero riparate. Oltre al caffè, tutti i prodotti sono di alta qualità, si pranza e si cena benissimo; dolci prodotti artigianalmente da maestri pasticcieri. A mio parere il miglior toast della città. Tavolini qualche volta instabili, ma fa sempre piacere leggere e scrivere sugli stessi dove hanno lavorato Svevo, Saba e Joyce. Difficile trovare posto nelle ore di punta.

Extra: un bicchiere d’acqua, che non dappertutto viene servito spontaneamente e, al tavolo, un biscotto a far da corredo alla tazzina, sempre gradito.

Note: perfetto rapporto qualità/prezzo, tenendo conto che si degusta in un locale che è più di un monumento storico della ristorazione. Non ho assolutamente capito e gradito il sovrapprezzo a Euro 2,30 per il capo (cappuccino piccolo alla triestina) con latte di soia che, oramai, dovrebbe essere uno standard tra i servizi. Personale gentilissimo ed educato, giovane, piacevolmente professionale. All’interno vi è una nuova libreria, un vero e proprio bookshop, che… non so: idea commerciale interessante senza infamia e senza lode, che frammenta l’atmosfera e ruba spazio ai tavoli.

Internet: Sì, tramite Wi-fi gratuito. Accesso e navigazione illimitata su router interno, qualche volta discontinuo.

Totale: 8.5/10

Torna alla lista


CAFFÈ TOMMASEO
Piazza Nicolò Tommaseo, 4c – orario: dom-giov 09.00/22.00 ven-sab 09.00/24.00 – Tel. 040 362666 – FB: Caffè-Tommaseo

tommaseo

Caffè: Illy. Caffè ben compresso come piace a me, cremoso; c’è poco da fare: la miscela Illy è la migliore, sempre.

Prezzo: Euro 1,10 al banco; Euro 3,00 al tavolo.

Ambiente: Parto dalle caratteristiche positive. E queste sono davvero entusiasmanti. È sicuramente il caffè storico di Trieste che preferisco: elegantissimo, silenzioso, pulito. Le poltrone sono comode; anche se dopo la nuova gestione hanno rimosso il mio decennale tavolino preferito (quell’ultimo isolato, dopo il bar della sala poco prima dei bagni, che esisteva da sempre), non si fa fatica a trovare un proprio angolo dove stare in pace. A mio avviso ha uno tra i migliori personali che si possano trovare in città: i camerieri sono preparati e discreti, mai troppo invadenti o sguaiatamente gentili. Le note negative vertono su di un fatto espressamente materiale: con la nuova gestione i prezzi sono saliti, per cui lo frequento molto meno. Domeniche mattina concitate, ma pur sempre piacevoli per un scorsa ai quotidiani.

Extra: un bicchiere d’acqua, che non dappertutto viene servito spontaneamente e, al tavolo, un biscotto a far da corredo alla tazzina, sempre gradito.

Note: il rapporto qualità/prezzo non è dei migliori: già di mio non sopporto che il caffè a Trieste costi più che in qualsiasi altra città italiana, senza motivi concreti. Quei 10 centesimi in più che si pagano in svariati bar triestini, rispetto a qualche giapponese nella giungla che resiste a 1,00 euro, è deprimente. È uno dei locali in cui il caffè al tavolo costa di più. Vi ho cenato una sola volta e anche in questo caso il rapporto qualità/prezzo non è stato soddisfacente.

Internet: Wi-fi gratuito e navigazione illimitata su router interno.

Totale: 9.5/10

Torna alla lista


ANTICO CAFFÈ TORINESE
Corso Italia, 2 – orario: tutti i giorni 7.00-24.00 – Tel. 389 654 3611 – FB: anticocaffetorinese

caffetorinese

Caffè: Hausbrandt. Ottima miscela, forte e corposa.

Prezzo: Euro 1,10 al banco; nd al tavolo.

Ambiente: L’Antico Caffè Torinese è rimasto tale e quale a quando è stato creato nel 1919. Non c’è ambiente migliore, tra le sale da caffè di Trieste, per ritrovarsi catapultati senza alcuno sforzo dell’immaginazione nella Belle Époque. Gli interni sono fantasmagorici e gli arredi non hanno nulla da invidiare ad un bar veneziano o parigino. Per quanto piccolo, il locale è accogliente e, sempre che ci si riesca dato l’esiguo numero di posti a sedere, appartarsi in uno dei tavolini posti nelle nicchie laterali, con le finestre che danno sulla Borsa triestina, è un’esperienza speciale, calda e rilassante, che isola dal mondo. Personale gentile e discreto.

Extra: Biscotto secco di ottima qualità servito accanto alla tazzina.

Note: il rapporto qualità/prezzo è buono. Grande selezione di tisane, tè di ogni tipo e pasticceria artigianale. Si possono acquistare affascinanti confezioni regalo da una selezione di prodotti dolciari non comuni.

Internet: nd.

Totale: 9.0/10

Torna alla lista


KNULP
Via della Madonna del Mare, 7a – orario: mar-sab 10.00/22.00 dom-lun 15.00/22.00 – Tel. 040 300021 – FB: knulp.bar

knulp

Caffè: Marchio di genere equo solidale, come tutti i prodotti in vendita – devo recuperare il nome del produttore. Caffè ben compresso come piace a me, cremoso; ottimo, intenso, uno dei più gustosi a Trieste.

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 2,00 al tavolo.

Ambiente: Il Knulp si è da poco rinnovato, ristrutturando totalmente gli interni. Molto frequentato da studenti, sia la mattina che il pomeriggio è difficile trovare posto a sedere. La sala più grande, in fondo, ora ospita alcuni tavolini, a meno che non si svolgano presentazioni o eventi. Di mio, mentre una volta lo frequentavo più spesso, forse perché già qualche volta non ho trovato posto a sedere, lo visito solo per l’ottima degustazione del caffè, ma al banco. Personale amichevole, disponibile e molto informale. È presente una biblioteca per i clienti con il sistema Book Sharing, ed è uno dei bar con più quotidiani e riviste a disposizione. Da tenere costantemente d’occhio il calendario degli eventi, ricco di incontri e presentazioni culturali. Live musicali jazz, nel fine settimana.

Extra: un bicchiere d’acqua, ma su richiesta. Servizio stampa e utilizzo Internet su pc a pagamento.

Note: il rapporto qualità/prezzo è uno dei migliori anche tenendo conto dell’ottima qualità dei prodotti equo solidali che vengono proposti, come da filosofia dei gestori. Locale moderno e pulitissimo in cui si possono assistere anche a proiezioni cinematografiche e concerti jazz dal vivo. Frequentato soprattutto da universitari, in alcuni casi è un po’ rumoroso e concitato, soprattutto nei momenti pomeridiani o dell’aperitivo.

Internet: Wi-fi gratuito con accesso diretto e navigazione illimitata su router interno.

Totale: 8.0/10

Torna alla lista


CAFFÈ TEATRO VERDI
Piazza Giuseppe Verdi – orario: 07.30/24.00 – Tel. 040 773903 – FB: caffe.teatroverdi

teatroverdi

Caffè: Illy. Caffè ottimo, quasi un ristretto, molto cremoso.

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 2,30 al tavolo.

Ambiente: nd.

Extra: nd.

Note: nd.

Internet: nd.

Totale: 8.5/10

Torna alla lista


MUG
Piazza Attilio Hortis, 6 – orario: mar-sab 08.00/20.00 dom 10.00/18.00 lunedì chiuso – Tel. 040 9660293 – FB: MugTrieste

Schermata 2017-04-04 alle 09.58.31

Caffè: Guatemala. Cremoso, intenso, servito ben caldo.

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 1,00 al tavolo – una bella nota, oltre alle eccezionali caratteristiche del locale, è che non ci sono costi aggiuntivi per il servizio al tavolo.

Ambiente: Ordinato e pulito, con finiture essenziali di gusto contemporaneo. Si tratta di un vero e proprio bakery; il retro è infatti adibito a forno, nel quale vengono cucinate fantastiche torte artigianali, biscotti fatti a mano, cupcake allo stato dell’arte e pasticceria di ogni genere anche su ordinazione. Ambiente molto concitato nel pomeriggio, frequentato da giovani e giovanissimi, ma anche da una clientela consueta più matura. È praticamente impossibile, difatti, non affezionarsi alle bravissime e gentili pasticciere. Ritrovo perfetto per l’ora del tè. Disponibile una piccola e colorita biblioteca di libri di cucina. Esposizioni fotografiche o di pittura di artisti locali alle pareti.

Extra: nessun extra, ma le gestrici sono molto disponibili nel venire incontro alle esigenze di ogni cliente; a richiesta: miele per dolcificare le tisane, cioccolato caldo o una spruzzata di cacao nel caffè.

Note: il rapporto qualità/prezzo è uno dei migliori, anche tenendo conto dell’eccezionalità dei prodotti, sia per quanto riguarda il bar che il servizio dessert dolce/salato. Nessun sovrapprezzo al tavolo. Allo stato attuale, e a mio modesto parere, il miglior forno/pasticceria artigianale di Trieste.

Internet: Wi-fi gratuito su richiesta della password e navigazione illimitata su router interno.

Totale: 8.5/10

Torna alla lista


LA SCALETTA DI JOYCE
Via Bramante, 4 – orario: lun-sab 10.00/20.00 – Tel. 345 1889910 – FB: La-Scaletta-Di-Joyce

scaletta

Caffè: Excelsior. Caffè servito in genere più simile a un lungo che a un ristretto; cremoso, intenso.

Prezzo: Euro 1,00 al banco; Euro 1,00 al tavolo – da tenere in considerazione che, se non si pranza, si ritira il caffè al banco e ci si può liberamente sedere.

Ambiente: Ordinato e pulito, con finiture essenziali di gusto contemporaneo. Si può immaginare come una taverna del nord Europa e, in alcune particolarità, può ricordare la piacevole fusione tra una birreria e un sushi bar. Gestore simpaticissimo, sempre ben disposto a soddisfare le richieste dei clienti – o ad ascoltarli mentre sfogano i loro malesseri esistenziali! Ambiente tutto sommato tranquillo, in cui si possono trascorrere liete mezzore a leggere i tanti quotidiani a disposizione. Clientela nella maggior parte dei casi autoctona, quali lavoratori in pausa pranzo. Ottimo buffet triestino. Difficile fermarsi più lungo, per leggere o per lavorare. Piccola, ma ben fornita biblioteca a disposizione.

Extra: un bicchiere d’acqua servito accanto al caffè.

Note: il rapporto qualità/prezzo è uno dei migliori, anche tenendo conto dell’ottima scelta dei prodotti, sia per quanto riguarda il servizio bar che quello buffet/menu pranzo. Nessun sovrapprezzo al tavolo. Discreta e attenta selezione di birre artigianali in bottiglia, anche per veri intenditori. Trasmissione su schermo full HD di eventi sportivi in pay-tv (Sky).

Internet: Wi-fi gratuito su richiesta della password e navigazione illimitata su router interno.

Totale: 8.0/10

Torna alla lista

Un pensiero su “Guida ai Caffè “letterari” di Trieste

  1. Pingback: Apre a Milano la prima biblioteca sul caffè – Il Libraio | Downtobaker

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...