Letteratura Scienza

La materia del Càrabo

La Grande Estinzione

A Laura Tripaldi

Ogni giorno, quell’agosto di villeggiatura in Versilia, faceva il giro delle trappole che aveva posizionato in riva ai fossi, ai bordi della palude o nel bosco vicino al lago. Zaino in spalla, vestito solo di costume da bagno a pantaloncino e canottiera, coi bicipiti bene in vista partiva alla prima metà del pomeriggio, quando l’aria era più calda e tremava all’orizzonte simile a un fuoco fatuo. Era l’unico scampolo della giornata che valesse la pena di venir speso in un’operazione apparentemente assurda ma in realtà assai significativa.

Per arrivare alle trappole attraversava luoghi idillici e contromano, angoli incantati che si fermava a fotografare rimpiangendo di avere con sé l’attrezzatura entomologica e non quella da pittura. Sfidava il sole e l’afa ma era troppo bello per lui vedere come il cielo e le fronde si specchiassero sulle acque del canale e, assieme a loro, le cime irregolari delle…

View original post 1.054 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: