Quando c’era la Ferriera…

di Terry Passanisi

schermata-2016-09-28-alle-08-37-30

Che bel che iera co iera
verta la Feriera.
Un tiro de smog, i polmoni serai che neanche
standoghe in bici drio ala coriera.
Ah, Toni, te se ricordi? I la ga
serada dopo quela note de bagordi.
A noi due, che a Servola se tenivimo per man, i ne ga
privado del ricordo più lontan.
Quel che xe montà al posto de… come se ciama? Dei, Coso…
tira para mola, come che el gaveva promesso, ne ga cavado el ricordo più prezioso.
Che giovini che ierimo: magri, cussì bei
col balcon de casa che pareva Sant’Ana pei usei.
E ‘deso cossa ne resta? Ché a Trieste ogni scusa xe
bona per far festa.
Né più polveri né più fumi che spurgava in t’un fià
e neanche quela bona spuza de brusà.
Troppo sol, tuto neto, el ciel xe blu ‘deso
Sta aria pura, no so ti, ma mi me va per treso.
Se solo ghe penso a quando che ghe buterà l’ocio mama
e fora della finestra no la vederà più quel disio de panorama.
El colpo che ghe ciapa, el colorito de una straza
“Iole, Iole! Ma cossa ga combinà quel mona de Dipiaza?!”
Cossa se ga meso in testa ‘sti dotori?
No che mi capiso qualcossa meo de lori
Xe che me par esagerado che iera quela fumera e quel scandal
a far morir tanta gente de quel bruto bruto mal.
Lo steso el nostro sindaco, povera stela
(che mi per dirla tuta no go votado gnanca)
ga comincià a tirar piade un poco a destra e un poco a manca
e, per votarlo ancora, el ne conterà de novo quela bela.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...