Obiezione, signore!

di Terry Passanisi

desmond

Il signor Desmon Doss, dagli Stati Uniti, è sicuramente un nome che dirà molto poco a tanti; soprattutto dalle nostre parti.

Doss nacque a Lynchburg, in Virginia, figlio di William Thomas Doss, un falegname, e Bertha E. (Oliver) Doss.

Desmond Doss si arruolò nell’esercito americano nel mese di aprile del 1942, ma si rifiutò categoricamente di uccidere o di portare un’arma in combattimento a causa delle sue convinzioni religiose come Avventista del Settimo Giorno. Pur di onorare il suo dovere di soldato americano, di conseguenza, diventò medico, e mentre prestava servizio nel teatro del Pacifico della Seconda Guerra Mondiale, salvò la vita dei suoi compagni, allo stesso tempo, perseguendo le sue convinzioni. Doss fu ferito tre volte durante la guerra, e poco prima di lasciare l’esercito gli fu diagnosticata la tubercolosi – presa da un ferito, molto probabilmente, durante l’esercizio della sua professione –, che gli costò l’asportazione di un polmone. Congedato dall’esercito nel 1946, trascorse ben cinque anni sottoposto a cure mediche per le ferite e la malattia riportate.

È stato in assoluto il primo obiettore di coscienza ad essere insignito della Medal of Honor, la più alta onorificenza militare statunitense, senza mai sparare un colpo, pur riuscendo a salvare più di settanta commilitoni nel corso della battaglia di Okinawa.

Desmond Doss è morto nel 2006 nella sua casa di Piemonte, Alabama, dopo essere stato ricoverato in ospedale per problemi di respirazione. È stato sepolto a Chattanooga, il cimitero nazionale di Tennessee.

È prossimamente previsto un biopic – come fa bello dire oggi – per la regia di Mel Gibson, con Andrew Garfield nei panni del protagonista. Non che io sia un grande fan del regista, anzi, per cui mi aspetto che il film sia un polpettone melenso imbottito di steroidi; resta certamente interessante la (ri)scoperta di un personaggio così poco noto per aver segnato un passo fondamentale per la coscienza, sia civile che militare.

Su Wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Desmond_Doss

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...