La dignità ai tempi del bolero

di Terry Passanisi

regenitrieste

Ai nostri tempi piccoli omuncoli vestiti da sceriffo, ma con abiti di grande stazza per non smentire mai la saggezza popolare che riguarda le misure, si permettono di strumentalizzare politicamente un caso atroce che di politico ha relativamente poco. Che di indegno e prettamente istituzionale ha, invece, tutto. Attenzione a non commettere il banale errore di confondere la Politica con le Istituzioni. Potrebbe essere facile, certo. Molto semplicemente la prima è la scienza preposta ad amministrare lo stato, le seconde sono gli organi che devono preoccuparsi della vita pubblica dei loro cittadini – che si tratti del presidente della repubblica o di un giovane e bravo giornalista di stanza in Egitto. Spero si colga la differenza tra Politica e Istituzioni quindi, e quale sia il compito precipuo dei due soggetti.

La barbarie per i morti ammazzati deve indignare e scuotere la coscienza di ognuno, senza se e senza ma, aldilà di qualsiasi oggetto ideologico. Ha a che fare con l’Umanità, con la Giustizia, con la Verità, con la credibilità di uno Stato e di una Nazione, coi loro valori assoluti, mai con le simpatie per questo o quel leader. Il caso di Giulio Regeni è uno degli esempi lampanti di come la società italiana, oggi, e di conseguenza la sua classe dirigente siano tutto un “chiacchiere e distintivo” senza anima e moralità. A parti invertite, data la citazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...