Cultura Società

I predatori del nulla

di Claudia Boscolo

Ieri un amico ha scritto un post su Facebook in cui si chiedeva come mai non accada più quel fenomeno così frequente nella Storia che va sotto il nome di ribellione. Ho definito quel post “leopardiano” perché mi pare un po’ come quando il Giacomo diceva che schifo di tempi, tutti a cincionare dietro la restaurazione. In effetti siamo messi così, è proprio un periodo di restaurazione, solo che invece della rivoluzione abbiamo avuto il M5S, che molti hanno scambiato per un movimento rivoluzionario. Un po’ di cronistoria però non guasta: dalla legge Biagi intitolata a un morto ammazzato, se qualcuno se lo ricorda, sollevare un dubbio contro il pacchetto delle riforme del lavoro equivaleva a essere brigatisti. E così sono passati i ’90. È entrato il vigore il pacchetto Treu. Prima di capire l’entità del disastro c’è voluto qualche annetto. I 2000 ce li siamo passati a leccarci le ferite di Genova; i ’10 li abbiamo passati a dire al PD che se continuava così vincevano i populisti. È entrato in vigore il Jobs Act. Hanno vinto i populisti. Fine. Ora dico, è arrivato il momento di lasciare passare i ragazzi, e per ragazzi intendo i sedicenni, perché noi abbiamo perso tutto, e quando dico tutto intendo proprio tutto. Non c’è nessuna cultura politica da lasciare in eredità. Lasciamo terra bruciata. I pochi che ancora lottano sono bollati come rompicoglioni da chi dovrebbe difendere gli stessi diritti. I pochi che riescono a quagliare un discorso politico sono rinchiusi in cerchie invisibili e guardano chiunque con sospetto, ma a ragione, viste le coltellate che sono arrivate alle spalle. Di lotte se ne sono fatte tante in questi venticinque anni, dalla TAV alla Scuola, ma credo che in questo momento sia tutto finito, perché è crollata la narrazione (termine abusato di cui sono stufa io per prima) che accomunava, è tutto da rifondare e soprattutto il linguaggio, e su presupposti diversi che prescindono persino dalle tutele del lavoro, che prescindono anzi proprio dal lavoro.

Non credo saremo neppure vivi quando questa fase finirà, è un crepuscolo lunghissimo, di cui l’epidemia è uno dei capitoli iniziali ma neppure quello iniziale. Si può continuare a resistere passando quello che c’è di buono, un patrimonio di idee, ma auspicare che gli adolescenti seguano modelli, quello no, io non me lo auguro. Non mi sento un modello per nessuno, guardo con curiosità quello che fanno i piccoli, se vogliono imparare racconto, se non vogliono sapere niente capisco benissimo. Verrà un momento in cui la Storia ci darà ragione, ma quel momento non è ora. Ora è il momento degli sciacalli e degli ignavi e spero dei veri ribelli, quelli che non sanno niente del secolo scorso e a cui è arrivato qualcosa di questo, ma non abbastanza da inquinargli la mente. Tutto il resto è fuffa, chiacchiere e crollo narratologico, parrucconi che pensano alla propria carriera in termini totalmente novecenteschi e fanno pena se non fossero pericolosi, ma tanto da rubare non è rimasto più niente, predatori del nulla.


Claudia Boscolo è PhD in Italian Studies (2005) presso la Royal Holloway – University of London; tra le sue pubblicazioni, “L’Entrée d’Espagne. Context and Authorship at the Origins of the Italian Chivalric Epic”, (Oxford: Medium Aevum Monographs XXXIV, 2017).


Se continuiamo a tenere vivo questo spazio è grazie a te. Anche un solo euro per noi significa molto. Torna presto a leggerci e SOSTIENI DOWNTOBAKER

Ascolta i tuoi libri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: