Letteratura

A bordo mare

La Grande Estinzione

Momenti che meritano una ritualità. Per la lettura della prima traduzione italiana di The Edge Of The Sea di Rachel Carson – da oggi in libreria1 – ho riservato ampie ore salmastre, portando sui cigli di colmata le onde delle coste atlantiche a incontrare il respiro pigro della laguna adriatica.

Ultimo della sua “trilogia del mare”2, il testo del 1955 consolida la postura rigorosa della scienziata, lo sguardo della bambina in esplorazione e il timbro poetico della cantadora che daranno corpo, nel 1962, a Silent Spring. Soprattutto, struttura il suo metodo di osservazione delle variazioni anche infinitesimali di luoghi esseri e fenomeni, che prefigurano incipienti catastrofi e la concatenazione di vittime che si dipana fino ai Sapiens.

In questo saggio, la latitudine cammina dalla Florida meridionale a Cape Code, sconfinando a nord verso Labrador, Groenlandia e Terranova. La longitudine è invece dominata dalle grandi correnti…

View original post 1.456 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: