Perché abbiamo sconfitto l’Ignoranza grazie a Internet ma rischiamo di morire di Ignoranza grazie a Internet

di Simone Tornabene

Sei a Catania. Ti ci trovi per la prima volta. Dov’è il bancomat più vicino? Dov’è la farmacia notturna? Qual è il cocktail bar migliore della città?

Prima di Internet sarebbe stato difficile per te rispondere a tutte queste domande: saresti stato letteralmente un ignorante, sul tema. L’ignoranza è il male contro cui abbiamo focalizzato tutti i nostri sforzi, da quando esiste l’umanità e Internet è l’apice di questo sforzo: permette un accesso costante alle informazioni, possibilità senza precedenti nella storia dell’umanità (non a caso si parla di accesso a Internet come di un diritto umano fondamentale, e di Open Government Data come di una pratica di buon governo fondamentale per il prossimo secolo).

Siamo dunque meno ignoranti?
Perché siamo più ignoranti pur non essendo più ignoranti.

Guardando ai fatti fin qui esposti: sì. Del resto se capitate davvero a Catania per la prima volta, uno smartphone vi permette di sapere quasi tutto della città o di raggiungere in pochi passaggi chi può saperlo. Eppure, con tutte le nostre capacità di informarci, continuiamo ad agire in modo non ottimale, come un ignorante. Perché?

In breve: utilizziamo la stessa parola per due fenomeni diversi. Possiamo dire di aver sconfitto l’ignoranza combattuta dai nostri padri, cioè l’ignoranza inform […]

via Perché abbiamo sconfitto l’Ignoranza grazie a Internet ma rischiamo di morire di Ignoranza grazie a Internet – Parole O Stili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...