Cultura Letteratura

Giorno della memoria 2021, i libri Bompiani

"L'Olocausto è una pagina del libro dell'Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria". Primo Levi

da redazione

Il Memoriale dell’Olocausto a Berlino

Il Giorno della memoria è un’occasione di riflessione: il 27 gennaio 1945 la 60esima armata dell’esercito sovietico abbatteva i cancelli di Auschwitz. In Italia, con la legge 211 del 2000, il 27 gennaio si ricordano non solo la Shoah, ma anche le leggi razziali approvate sotto il fascismo, tutti gli italiani uccisi, deportati e imprigionati, e tutti coloro che “si sono opposti al progetto di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”. La selezione dal catalogo Bompiani di alcuni libri per non dimenticare.

Giudei, il romanzo di Gaia Servadio

Ci sono musica, libri, viaggi, progetti, dolori immensi in questo romanzo che narra di due famiglie ebree molto diverse: i Levi, intellettuali, amanti dell’arte, innamorati dell’Italia e dell’italiano, ma sempre curiosi dell’altrove; e i Foà, torinesi e filosabaudi, fieri rappresentanti di una piccola borghesia chiusa e conservatrice. È un matrimonio combinato a intrecciare storie e destini lungo un secolo intero: una guerra, poi l’altra, e in mezzo le leggi razziali, nuove famiglie, nuovi bambini, le persecuzioni, il fronte, le partenze, le perdite. E la fatica di continuare a vivere nonostante, di reinventarsi in un mondo nuovo ma non troppo. 
Giudei è il nuovo romanzo di Gaia Servadio.


Breve storia della questione antisemita

”Conoscere la punta dell’iceberg può essere utile a far cogliere a ognuno di noi, nella società e in noi stessi, pure gli elementi che ne compongono il grande corpo immerso. E anche a far riflettere sulla paura del da noi diverso che pervade le società persino in questo inizio del terzo millennio, meraviglioso per le straordinarie innovazioni tecniche ma ancora impregnato di una moltitudine di antichi, radicati pregiudizi.”
In Breve storia della questione antisemita Roberto Finzi conduce alla scoperta di questo male oscuro strisciante nella storia dell’umanità, di cui l’antisemitismo moderno è solo una parte della vicenda.


Conversazioni con tre sopravvissute alla Shoah

Come una rana d’inverno, di Daniela Padoan, raccoglie le testimonianze di tre donne – Liliana Segre, Goti Bauer, Giuliana Tedeschi – sopravvissute al campo femminile di Auschwitz-Birkenau. Nella storiografia dello sterminio nazista le donne sono pressoché invisibili, la loro presenza è sovrapposta a quella maschile e su questa si appiattisce. Ma, come è scritto nella Postfazione, ”senza dimenticare per un solo istante che l’obiettivo dei nazisti era cancellare dal mondo gli ebrei, uomini o donne che fossero, riflettere sulla peculiarità delle sofferenze e sopraffazioni patite dalle donne, così come sul loro modo di opporre resistenza e rendere testimonianza, può servire ad allargare di un poco l’ambito di riflessione”.


CONTRO IL NEGAZIONISMO

Valentina Pisanty, semiologa e attenta studiosa delle logiche del negazionismo, ci ricorda che per combattere la discriminazione in modo efficace e incisivo dobbiamo essere onesti, consapevoli, e quando è necessario autocritici. Due saggi nel nostro catalogo ci offrono spunti di riflessione approfonditi e documentati per smontare ogni pseudo-argomentazione o falsa prova del negazionismo, mantenendo la lucidità di osservare anche ciò che nella memoria non funziona.


DA VEDERE SU RAIPLAY

Shoah, storie italiane. Dall’archivio Rai il racconto della Shoah degli Ebrei attraverso i campi d’internamento, transito e sterminio che furono operativi nel nostro Paese e tramite le storie dei sopravvissuti a stragi e persecuzioni verificatesi in Italia, come l’eccidio del Lago Maggiore e il rastrellamento del ghetto di Roma. Da vedere su Raiplay.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: